IPAB LA PIEVE Breganze

Attività e progetti

L’Unità Operativa Interna

L’unità operativa interna (U.O.I) è lo strumento previsto dalla Normativa Regionale per predisporre e pianificare tutti gli elementi, che possono stimolare, orientare, regolare, alimentare il processo di miglioramento o di mantenimento del benessere globale (autonomie fisiche, psichiche e sociali) di ogni utente.
Compito delle U.O.I è di effettuare una valutazione multidimensionale dell’utente e definire obiettivi personalizzati in termini di:

Risoluzione del problema – Miglioramento – Benessere complessivo – Riduzione del danno

L’U.O.I. predispone, in nome e per conto dell’organizzazione, la personalizzazione del servizio e l’offerta progettuale (Progetto Individualizzato) che il servizio vuole attivare per il benessere complessivo dell’utente.

 

Sono previste all’interno dell’organizzazione due tipologie di U.O.I.:
1. U.O.I. con prevalenza sanitaria e complessità di problematiche; si tratta di casi che presentano criticità sanitarie, comportamenti/farmacologiche, ospiti SAPA o casi complessi nei rapporti con i familiari.
2. U.O.I con prevalenza socioriabilitativa; si tratta di tutti i casi non trattati nel primo tipo di U.O.I.

 

I progetti personalizzati, esigenze assistenziali o sanitarie particolari e le eventuali necessità di cicli di riabilitazione vengono definiti e verificati periodicamente negli incontri delle Unità Operative Interne in cui sono presenti le figure professionali, il medico di medicina generale e, qualora previsto, il responsabile medico geriatra dell’Ulss n. 4 “Alto Vicentino”.

 

Servizio medico specialistico

E’ presente, accesso programmato una volta alla settimana, o su richiesta dell’Ente per particolari esigenze, il medico geriatra, responsabile dell’UVMD (unità valutativa multidimensionale) che garantisce l’assistenza medicosanitaria specialistica coadiuvando i propri interventi con i medici di base, specialmente per gli ospiti con rilevanti problematiche sanitarie.

 

Servizio medico

E’ un servizio quotidianamente garantito da tre medici di medicina generale che attualmente prestano la loro opera assistenziale in collaborazione con l’Ente grazie ad una convenzione firmata con l’Asl n.4 “Alto Vicentino”. Il servizio viene erogato in via continuativa dalle ore 8.00 alle ore 20.00.
Durante tale orario i medici, a rotazione, sono presenti al mattino o al pomeriggio, fornendo l’assistenza sanitaria agli ospiti loro affidati o a quanti ne abbisognino in urgenza. Il servizio medico vede la presenza dei tre medici dal lunedì al venerdì e al sabato mattina, mentre al sabato pomeriggio, nei festivi e in orario notturno l’assistenza medica viene garantita per le urgenze dal servizio di guardia medica gestita dall’Asl n. 4.

 

Servizio psicologico

Il servizio psicologico è necessario per la diagnostica neuropsicologica e psicopatologica, per sostenere gli ospiti e i familiari nelle fasi critiche ( ingresso, malattia, aggravamento, lutto,rientro a domicilio, altre difficoltà,…) per interventi individuali di supporto, per la riabilitazione cognitiva in gruppo, per psicoterapia individuale in malattie come la depressione, ansia, fobia, demenza, psicosi.
Il psicologo riceve il lunedì dalle 15.00 alle 17.00 e su appuntamento.  Tel.0445.306361

 

Servizio di fisioterapia

E’ composto da una èquipe di fisioterapisti abilitati alla professione ed è finalizzato al miglioramento della qualità di vita degli ospiti utenti, attraverso le proposte terapeutiche individuali o di gruppo che più si addicono al singolo soggetto.
I trattamenti individuali sono rivolti alle persone con patologie specifiche (paralisi, fratture, ecc.) che abbisognano di un approccio mirato e personalizzato. La ginnastica di gruppo è indirizzata a tutti gli ospiti (anche in carrozzina) che desiderano mantenere le abilità motorie che già possiedono in un contesto socializzante e divertente.

 

Il servizio logopedico

Il logopedista dopo aver condotto una valutazione generale dell’ospite e condiviso le informazioni con il medico di medicina generale e altre figure professionali dell’équipe multidisciplinare (neuropsicologo, fisioterapisti, educatori, infermieri professionali, operatori addetti all’assistenza), si occupa di una specifica presa in carico delineata sulla base delle problematiche emerse.
Questa può essere effettuata in forma individuale, in particolare per le difficoltà di deglutizione e per il deficit uditivo; se indicato, il logopedista segue l’ospite durante l’iter che porterà alla protesizzazione acustica.
Si individuano invece gruppi di ospiti qualora si ritenga opportuno proporre attività che favoriscano l’orientamento spazio-temporale, le relazioni interpersonali e la riattivazione/mantenimento di funzioni cognitive e strumentali quali attenzione, memoria, lettura, scrittura.

 

Servizio infermieristico

Il servizio viene garantito dal personale dell’Ente (e da alcuni collaboratori esterni) nell’arco delle 24 ore, operando in tutti i nuclei assistenziali e con maggior presenza specialmente durante i turni diurni, caratterizzati da elevato bisogno assistenziale degli ospiti. Da alcuni mesi è stato potenziato il servizio infermieristico grazie ad una convenzione di collaborazione con l’Ulss n. 4.

 

Servizio socio assistenziale

Il servizio viene garantito da personale qualificato addetto all’assistenza che presta la propria opera prevalentemente suddivisa su tre turni, garantendo comunque continuità assistenziale nell’arco delle 24 ore.

 

Animazione

L’animazione condotta da figure professionali specializzate ha come obiettivo principale la relazione con l’utente, si prefigge di seguire l’anziano nella sua quotidianità, di renderlo il più possibile partecipe alla vita della Comunità, sia all’interno che all’esterno alla Casa, per questo progetta interventi socio-educativi e culturali indirizzati ad ogni singolo individuo, proponendo attività settimanali di stimolazione e socializzazione (lettura, tombola, attività creative, canto, musicoterapia, …), organizza feste annuali (Epifania, Carnevale, Pasqua, Natale …), coordina iniziative religiose (S. Messe, catechismo, celebrazioni, rosario, …).

Le principali attività :

 

LETTURA
Si crea un gruppo con il quale si interagisce sulla base di un tema di attualità tratto dal quotidiano o dalla lettura di racconti, proverbi e tradizioni del passato, si cerca di coinvolgere la persona nella comunicazione.
Questo momento viene concluso con la degustazione del caffè …

 

TOMBOLA
Questo gioco è un esercizio di memoria, manualità, lettura e riconoscimento dei numeri, positivo sia mentalmente che socialmente, considerato che l’individuo si relaziona con un gruppo.

PASSEGGIATE IN PAESE
Nel periodo primaverile, estivo ed autunnale si esce in passeggiata in paese, fonte di grande benessere e piacere, motivo di incontro con una realtà, esterna alla Casa (parenti, amici, conoscenti).

 

ATTIVITA’ CREATIVE
La manualità, la pittura sono strumenti con i quali si crea e si sviluppa la relazione con l’altro, l’individuo viene inserito in un contesto di poche persone (massimo 10 persone) per stimolare il più possibile la comunicazione verbale e non verbale sia con l’Educatore-animatore sia con gli altri soggetti, favorendo l’autonomia e l’autostima, si realizzano così doni di Pasqua e di Natale, addobbi per rendere sempre più bello e accogliente l’ambiente in cui si vive.

 

CANTO
Canti popolari, musica, volontari coristi rallegrano la giornata degli anziani.

 

MUSICOTERAPIA
Attività dedicata al piccolo gruppo (massimo 10 persone) del nucleo protetto Alzheimer, l’ascolto della musica, il canto, la danza danno l’opportunità all’Educatore-animatore di instaurare un rapporto privilegiato di conoscenza della persona, l’utente dà voce alla vita presente ricordando con questa metodologia il suo passato.

 

FESTE
Il giorno in cui un ospite compie gli anni si organizza un piccolo momento di incontro con parte del personale, l’animatrice e alcuni ospiti. Una volta al mese viene poi organizzata un’unica festa di compleanno per festeggiare tutti gli ospiti nati in quel mese.

Si organizzano feste varie legate alle stagioni dell’anno .. , Epifania, carnevale, S. Pasqua, Natale (e relativo pranzo con gli anziani ed i loro familiari ).
Sono momenti della vita gioiosi ed importanti da condividere con ognuno.

 

GITE
Sono previste delle uscite di mezza o di una giornata in località care alle persone, possono essere sia mete religiose, turistiche, sia sportive (per esempio le Olimpiadi degli Anziani).
Programmazione attività religiose a cura dell’educatore-animatore in collaborazione con i sacerdoti della parrocchia.

 

CATECHESI
Gli anziani possono ascoltare la lettura del brano domenicale, capirne il significato e dialogare con il sacerdote.
Viene dedicato del tempo per le varie celebrazioni religiose (Penitenziali, l’Adorazione del Santissimo Sacramento, il Rosario, la Via Crucis).

 

S. MESSE
Martedì, giovedì mattina e sabato pomeriggio vengono celebrate le S. Messe.
Gli anziani interessati vengono coinvolti ed accompagnati nella cappella dell’Istituto o nella sala del Centro diurno predisposta appositamente per l’occasione, è un momento spiritualmente prezioso per sé e per la comunità.

 

LABORATORIO DI ARTETERAPIA

Il laboratorio di Artiterapie è uno spazio di incontro e di conoscenza dedicato alla sperimentazione di vari linguaggi artistici : musica, disegno,pittura, papiè-collè, movimento creativo, argilla, colori e poesia, tutti strumenti simbolici e autentici della relazione d’aiuto per dare alle persone anziane una grande possibilità…ritrovare il piacere dell’espressività e il desiderio di meraviglia.
Arte come “nuova terapia” espressione del non verbale, mezzo potente che permette il manifestarsi della creatività.
Esprimendosi la persona anziana collega le emozioni ai ricordi in un processo che lega il passato, il presente ed il futuro intrecciando così storie piene di senso.

 

Parrucchiera

Servizio con cadenza bisettimanale che permette, essendo compreso nella retta mensile, di assicurare ad ogni ospite almeno un accesso ogni 45 giorni.
Una maggior frequenza a pagamento, può essere garantita su richiesta dell’ospite stesso o dei famigliari. Il servizio è garantito da personale qualificato con l’aiuto del gruppo di volontariato “Speranza” operante in struttura.

 

Pedicure

Servizio a cadenza quindicinale, fornito da parte di personale qualificato in convenzione con l’Ente, erogato a tutti gli ospiti che ne necessitano, su segnalazione del personale socio-assistenziale ed infermieristico.

Progetti Assistenziali Individualizzati

L’anziano, sin dai primi giorni dell’inserimento, è “preso in carico” dall’intera equipe multiprofessionale che ne valuterà le reali autonomie e le eventuali potenzialità residue.
Le modalità più idonee per la gestione di ogni singolo anziano, i progetti personalizzati in cui inserirlo e le eventuali necessità di cicli di riabilitazione vengono definiti e verificati periodicamente negli incontri delle Unità Operative Interne in cui sono presenti tutte le figure professionali, il medico di medicina generale e, se necessario, il responsabile medico geriatra dell’U.L.S.S. n. 4 “Alto Vicentino”.

 

Progetti di fisioterapia

Il gruppo di fisioterapisti dell’IPAB “La Pieve” promuove inoltre due progetti:

1. Il primo riguarda la prevenzione delle cadute degli anziani, attraverso la ricerca e la messa in atto di una serie di strategie (valutazioni funzionali, esercizi mirati, ecc.) con il fine di evitare il ricorso a mezzi di contenzione.
2. Il secondo è rivolto alla salute muscolo scheletrica degli Operatori Socio Sanitari, attraverso una supervisione ed educazione del personale incaricato all’assistenza, per evitare un sovraccarico biomeccanico durante i trasferimenti e le mobilizzazioni degli ospiti, suggerendo le strategie e le modalità più idonee per ogni singolo caso.